Adulti e adolescenti

le difficoltà comunicative

Essere adolescenti non è una cosa facile: c’è la sensazione che nessuno capisca, che nessuno ascolti davvero, che nessuno sappia parlare nel modo “giusto”.

Essere adolescenti significa non essere più bambini, ma non essere ancora adulti.

Dall’altro lato anche essere genitori o insegnanti di ragazzi adolescenti non è una cosa facile: c’è la sensazione di non riuscire a dire le cose nel modo giusto, c’è la paura di sbagliare unita al desiderio naturale di fare la cosa migliore.

Come adulti, ci si ricorda di essere stati adolescenti, ma quella parte dell’esistenza è appunto un ricordo – mitigato dall’esperienza e dalla saggezza acquisite negli anni  anche attraverso i propri errori -.

Ciò può rendere difficile riuscire ad ascoltare i ragazzi e riuscire a comunicare costruttivamente con loro.

Ascoltare per comunicare

cambiare modalità comunicative per riuscire ad incontrarsi a metà strada

L’adolescenza è per tutti come un viaggio nel mondo di Alice: a volte genitori e figli, alunni e insegnanti, sono gli uni dalla parte opposta dello specchio rispetto agli altri, incapaci di capirsi e di raggiungersi.

La consultazione psicologica può aiutare adulti e adolescenti a trovare un punto di contatto tra i loro mondi.

 

Vedi anche:


superuserAdulti e adolescenti